costine di maiale con verza e polenta abbrustolita

13:00



Questa è una ricetta che mi ha passato il papi, e che fino a quest'inverno non avevo mai mangiato... ma la prima volta che ha preparato questo piatto sono rimasta letteralmente folgorata!
La carne si stacca dall'osso che è una meraviglia e rimane tenera tenera, la verza regala un sapore particolarmente dolciastro che si addice a meraviglia.
Insomma, provare per credere!

Ingredienti per 3 persone:
250 gr di farina gialla
800 gr di costine di maiale
vino rosso fermo q.b.
1 verza di medie dimensioni
1/2 cipolla bianca
qualche rondellina di porro
sale
pepe
1 cucchiaio di olio evo
400 gr di polpa di pomodoro
6 foglioline di salvia


Intanto preparare la polenta aggiungendo la farina a pioggia quando l'acqua (1 litro basta) inizia a bollire, salare e continuare a mescolare (io ho ustao un pentolino antiaderente) per 40 minuti circa.

Nel frattempo lavate ed asciugate le costine. Togliete un pò del grasso in eccesso e fatele rosolare da entrambi i lati (io ho usato la mia amata pentola a pressione) insieme al cucchiaio d'olio, alla cipolla e al porro. Quando saranno belle colorate, bagnatele con mezzo bicchiere di vino rosso fermo e continuate a girarle finchè il vino si sarà dimezzato. A questo punto unite il pomodoro, il sale, il pepe, la verza precedentemente lavata e tagliata a listarelle e un bicchiere di acqua fredda.

Chiudete la pentola e all'inizio del sibilo abbassate la fiamma e calcolate 30 minuti di cottura. (io preferisco far cuocere tutto insieme sin dall'inizio, in modo che la verza diventi quasi trasparente, ma so che c'è chi la preferisce un pò più croccante e quindi in questo caso sarebbe meglio aggiungerla al resto 5/10 minuti prima di spegnere la pentola).

A questo punto la polenta sarà pronta, e dovrete decidere se mangiarla "così com'è" o se preferite invece abbrustolirla. Se scegliete l'opzione due, non dovrete fare altro che versare la polenta in uno stampo da plumcake e lasciare indurire. Quando avrà raggiunto la consistenza desiderata, tagliarla a fette, posizionarle sulla teglia del forno e fare dorare sotto il grill per qualche minuto.

Servire la polenta insieme alle costine.
Buona pappa!

Potrebbe interessarti...

14 golosi

  1. troppo golosa questa ricettina! la faccio di sicuro... e poi mi piace troppo la polenta-piatto ;)
    ciao!

    RispondiElimina
  2. Grazie!
    Se lo provi fammi sapere eh!
    :-)

    RispondiElimina
  3. che bella la "ciotolina"!!!ma a me non piace la verza sigh...

    RispondiElimina
  4. Ciao GattoGoloso, complimenti per il blog e per le ricettine! Ciao!!

    RispondiElimina
  5. mi sa che lo devo fare per forza: a casa mia non ci resistiamo proprio a costine, verza e polenta... figuriamoci tutte e tre insieme!! ;)

    RispondiElimina
  6. Bellissima idea la polenta piatto!! Da provare assolutamente. Ciaooo, Alex

    RispondiElimina
  7. Potrebbe essere uno degli unici modi per farmi mangiare le costine di maiale... Delizioso!

    RispondiElimina
  8. E poi dici che IO sono una cuoca! Ma hai visto bene che fantastico piatto hai realizzato TU ???
    Davvero COMPLIMENTONI-ONI-ONI

    RispondiElimina
  9. Ricetta spettacolare e molto interessante.
    Complimenti per il blog
    Ciao

    RispondiElimina
  10. che piatto splendido, complimenti!!! a me invece piace tutto: me magnerei pure 'l tavolo ahahahhh :D
    ciao!

    RispondiElimina
  11. una specie di caseola milanese!
    Verze e costine abbinata vincente e con il pucino la polenta è una meraviglia!
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  12. Ciao GattoGoloso, ti ho coinvolta in un Meme!

    RispondiElimina
  13. quando scopro in rete un blog curato ed interessante come questo è sempre un piacere.

    Complimenti per le ricette e le foto!

    A presto
    Michelangelo

    RispondiElimina
  14. la sto provando a fare questa ricetta, poi vi dico:) comunque si presenta bene!! Bel blog!!

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.