sandwich di polenta con caponatina e aringa

13:13



Domenica mi sono svegliata con la voglia di preparare qualcosa di diverso e completamente inventato da me, ho aperto il frigo e ho visto che avevo una melanzana piuttosto grandina [ma chi se lo ricordava più?], poi mi erano avanzati dei filetti di aringa dalla ricetta precedente e la farina per la polenta era nella dispensa [anche quella aperta da... ehm, non ricordo più nemmeno questo]. E siccome con la polenta ci sta bene qualsiasi cosa, sia di verdura ma soprattutto di carne e pesce... il gioco è fatto! Ecco di certo non si può dire che questo è un piatto leggero, ma vista la pioggia e lo sbalzo di temperatura ce lo si può ancora concedere!

Preparazione per 2 tortini [mangiabili tranquillamente in tre]:
1 melanzana piutosto grandina
4 pomodori
1 cipolla dorata
1 costola di sedano
2 cucchiai di olive
1 cucchiaio di pinoli
1 cucchiaio di capperi sotto sale
4 cucchiai di aceto bianco
1 cucchiaio di zucchero
olio di semi di girasole q.b.
olio extravergine
sale
4 filetti di aringa
1 cucchiaio di burro
farina bianca
farina gialla q.b (200g circa)

Tagliare la melanzana a dadini, salarli e lasciargli perdere il loro liquido, asciugarli e friggerli in olio di semi, Tamponarli e metterli da parte.
Intanto preparare una polenta versando circa 200 gr di farina in 1 litro d'acqua tiepida salata con 1/2 cucchiaio di sale grosso [non deve bollire]. Una volta cotta rovesciarla su un tagliere [o piano di marmo] e lasciarla intiepidire e rassodare.
Nell'olio delle melanzane friggervi per pochissimi minuti anche il sedano tagliato a cubetti. Tagliare anche i pomodori a dadini. Affettare la cipolla e rosolarla in un tegame con un cucchiaio di olio. Aggiungere i pomodori, lo zucchero, l'aceto bianco e cuocere a fiamma vivace per 3/4 minuti. Incorporare anche le melanzane e il sedano e cuocere per altri 4 minuti. Ora unire anche i capperi dissalati, le olive a rondelle e i pinoli. Regolare di sale e spegnere il fuoco.
Ritagliare dei cerchi di polenta del diametro di circa 10 cm e versarci sopra qualche cucchiaiata di caponata, di nuovo polenta e per finire i filetti di aringa lavati, asciugati, passati nella farina bianca e rosolati velocemente nel burro. Servire caldo.

Potrebbe interessarti...

13 golosi

  1. Mangiabili tranquillamnete in tre??? Nèèèè.
    Mangiabili tranquillamente in uno.

    RispondiElimina
  2. Anche tu a cercare di combinare gli "avanzi" nel frigo :D

    Ottima idea quella di usare la polenta che va con tutto. Io poi la mangerei anche d'estate.

    RispondiElimina
  3. una bellissima idea!! la polenta è davvero un passpartout...
    buon week end
    paola

    RispondiElimina
  4. stamattina a bologna facevano sei gradi quindi direi che questo delizioso pistto di polenta ci sta divinamente!
    Un bacione e buon fine settimana
    fra

    RispondiElimina
  5. Raffinato questo piatto e con una preparazione perfetta!
    bravissima!
    bacioni

    RispondiElimina
  6. bella bella bella queste ricetta! mi piace molto la polenta,la proverò!

    RispondiElimina
  7. ti ho scoperta attraverso samantah.
    apprezzo le tue foto e.. adoro la polenta! bentrovata ;-))

    RispondiElimina
  8. questa ricetta è un autentica sorpresa polenta e aringa un abbinamento insolito ma mi incuriosisce

    RispondiElimina
  9. Amo l'aringa e sono sicura che renderà la polenta molto buona e saporita. Complimenti per le foto, come sempre bellissime!

    RispondiElimina
  10. CIAO,HO LANCIATO OGGI UNA NUOVA RACCOLTA CHE PARLA "DEI DOLCI PIU BUONI DEL MONDO"E AVREI PIACERE CHE TU PARTECIPASSI...TUTTI I DETTAGLI SUL MIO BLOG,BACI IMMA

    RispondiElimina
  11. C'è un premio x te..passa sul mio blog ^_^

    RispondiElimina
  12. Queste sono le ideuzze geniali e sicuramente deliziose. Foto molto bella!

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.