Slow Fish e Tagliolini con agretti, acciughe e pinoli

13:30

Finalmente un week end fuori porta tra l'altro a Genova e guarda caso da Slow Fish.
Dopo esserci sparati una buona (e abbondante) mezz'ora di coda alla biglietteria, una volta entrati il nostro naso è stato preso d'assalto da un scia di profumi diversi di pesce... noi, da golosi ci siamo fiondati subito allo stand dei Cicciarelli, i classici pescolini fritti serviti nel cartoccio... dopodiché abbiamo mangiato anche delle frittelle di baccalà e bietole davvero buone.... ecco, l'unica pecca sono state le file ai vari stand, non molto lunghe in realtà, ma molto slow! eh eh... dopo questo (aperitivo?!?! chiamiamolo così) ci siamo spostati nel'area Panini d'aMare e ci siamo pappati un panino con Cefalo, insalata e ricotta... davvero special!
Abbiamo partecipato anche alla degustazione di rum e sigaro Toscano, mai fumato un sigaro in vita mia prima di oggi... che risate!!!
E finalmente saliamo al Secondo Piano dove erano presenti un sacco di prodotti davvero interessanti, tra cui il gelato Slow... anche qui coda, ma ne è valsa la pena perché i gusti erano davvero perfetti, nel senso che se si prendeva il gelato alla fragola, sapeva proprio di fragola ecco... dopo un'oretta circa inizia allo stend di Saltexpo fish and chips. ..ovviamente pappati anche quello e ovviamenete buonissimo... abbiamo assaggiato anche le ostriche di Oosterschelde (e ho scoperto che le ostriche non mi piacciono proprio)...poi mi sono intrufolata allo stand di Saltexpo per partecipare al menù degustazione cucinato dal Cavoletto... iniziato con il famoso panino di patate e polpo che devo dire mi ha davvero conquistata per la semplicità del piatto e per il modo in cui mangiarlo, molto simpatica la presentazione e davvero buono, poi la degustazione è proseguita con dei bicchierini tipo questi, anche qui nessuna critica tranne che, come già detto alla cuoca, forse la crema di patate era un pochino freddina, ma mi raccontava della difficoltà in cui si è trovata Sigrid dietro le quinte, e poi cucinare in una cucina non tua è sempre molto complicato! E per ultima, ma non meno buona, la golosissima parmigiana di patate, alici...Grande Sigrid...piacere di averti conosciuta!
Alla fine di questa giornata mi sono addormentata distrutta, felicissima e con la pancia bella piena! Bello no??




E adesso una ricettina veloce e davvero semplice.

Ingredienti per 4 persone:
1 mazzetto di Barba del frate o Agretti
400 g di tagliolini liguri
pinoli
filetti di acciughe sott'olio (o fresche) q.b.
Sale
olio evo

Lessare per 3 minuti gli Agretti in abbondante acqua salata, scolarli e asciugarli il più possibile.
Nella stessa acqua dove sono stati sbollentati gli agretti, buttarci i tagliolini.
In un tegame versare 1 cucchiaio di olio, gli agretti e le alici scolate, far saltare per qualche minuti a fuoco medio.
A parte tostare i pinoli.
Scolare la pasta e farla saltare 1 minuto in padella con il condimento e i pinoli.

Potrebbe interessarti...

7 golosi

  1. Sembra sia stata una bellissima manifestazione!

    Devi provare un rum agricòle con un buon Havana, senza nulla togliere ai nostri sigari toscani mentre le ostriche.. eresia! Però a tua discolpa io le poche volte che le ho mangiate praticamente erano pescate praticamente davanti al ristorante.

    Purtroppo poi in queste occasioni la calca e le code sembrano inevitabili e non proprio legate al concetto di "slow"... speriamo qulacuno trovi prima o poi un modo diverso per pubblicizzare la cultura del cibo senza sembrare il motorshow.

    RispondiElimina
  2. Bellissime foto, complimenti!
    a leggere il tuo percorso "fieristico" direi che praticamente abbiamo fatto le stesse cose, nello stesso ordine! unica cosa, essendo andata di sabato non ho conosciuto Sigrid (né tantomeno provato una delle sue ricette, sigh!) e nemmeno sono riuscita ad assaggiare i fish & chips dello stand Saltexpo, causa fila tremenda! peccato... comunque per il resto non ci siamo fatti mancare niente, gelato compreso!

    Marina

    RispondiElimina
  3. AG: Il sigaro è stata un'esperienza piacevole (anche se non credo di avere tutta quella pazienza per fumermelo! eh eh, vita frenetica )... ma le ostriche proprio... bleah! Diciamo che adesso so che non mi piacciono proprio... però chi lo sa, in futuro magari cambio idea... sapessi quante volte ho detto non mi piace quello, ne questo e poi invece ora mi ritrovo a mangiare proprio quelle cose tanto odiate! :-P

    Marina: le code erano davvero lunghe, ma le meta era davvero golosa... comunque ero li proprio di sabato io... 8 ore piacevolissime! :-)

    RispondiElimina
  4. Che bella scorpacciata che ti sei fatta! Sembra davvero una bella manifestazione!

    RispondiElimina
  5. Grazie per il racconto fotografico e per la veloce ricettina! La cucina ligurese mi ha affascinato!

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. non ci sono stato ma sembra che sia stata una cosa molto divertente, complimenti per la ricetta

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.