capesante gratinate

18:20

In genere mi capita di mangiarle al mare o al ristorante, mi piace quel loro sapore di mare e quella crosticina croccante data dalla gratinatura in forno... quindi perché non provare a prepararle a casa? In effetti ci è voluto si e no 10 minuti in tutto tra pulirle, preparare il gratin, cuocerle e gratinarle... e in realtà ci sono voluti non più di 2 minuti per mangiarle! Insomma cotto e mangiato in men che non si dica... e inoltre hanno un prezzo basso, le ho pagate circa 1 euro l'una... quindi facendo due conti è davvero uno sfizio da potersi togliere ogni volta che si vuole perchè tra gusto, velocità di preparazione/cottura e prezzo è un affarone! :]

capesante gratinate

Ho appena trovato questo programmino [disponibile sia per Mac che per Pc], e da amante della Polaroid e del vintage [e probabilmente anche qualcuno di voi] non ho resistito nel provare a vedere l'effetto che fa a "stampare" una finta istantanea di food... beh, non so se si nota, ma si vede la texture della carta e addirittura l'impronta digitale... troppo fico vero?! Su, su, correte a scaricarlo, è davvero divertente!

polaroid

Ingredienti:
6 capesante
100 g di pancarré
sale, pepe
10 foglie di basilico
olio evo q.b.

Pulire le capesante, eliminando la parte marrone e lasciando il corallo attaccato alla capasanta.
Sciacquarle sotto l'acqua fredda [comprese le conchiglie].
Nel mixer introdurre le fette di pancarré [avendo però eliminato la crosta], il sale, il pepe, le foglie di basilico e l'olio; azionare finché non risultano tante bricioline sottili e ben separate.
In una padella far scottare le capesante per 1 minuto in 1 cucchiaio di olio evo.
Preparare un letto di briciole sulle conchiglie, disporvi la capasanta e terminare con un'altro stato di briciole. Far gratinare in forno caldo a 200° per 3 minuti circa.

Potrebbe interessarti...

9 golosi

  1. prova a fare una gratinatura aggiungento al pangrattato della frutta secca (nocciole, noci, mandorle, pistacchi) tutto tritato fine con un filo d'olio, un'idea di aglio, prezzemolo e un pizzico di scorza di limone grattugiata.
    fatte per un fine anno di qualche anno fa, squisite!
    a parte che le cappesante come le fai le fai secondo me sono buonissime, peccato non si trovino molto spesso in pescheria...

    RispondiElimina
  2. Che bontà!!! In effetti peccato non trovarle spesso in pescheria!
    Grazie per il programmino, l'ho scaricato e ora mi diverto un po!

    RispondiElimina
  3. Io non le ho mai assagiate ed ho una curiosità!

    RispondiElimina
  4. eh..... qui l'unico commento è "ahhhhh che buone!!!!!!"

    RispondiElimina
  5. Uno dei miei piatti preferiti!
    Buona giornata!
    PS:mia mamma usa anche del parmigiano nella panatura...buone buone!

    RispondiElimina
  6. Queste capesante le adoro! Mi fanno pensare all'estate, al mare... Io le cucino con il pangrattato. Sono buonissime :))

    RispondiElimina
  7. Ciao!!!
    Ho lanciato il mio primo contest, se ti va di partecipare, vieni a dare una sbirciatina!!

    RispondiElimina
  8. sei riuscita a farmi venire fame alle 10 di sera....dopo cena!!!!!

    RispondiElimina
  9. Barbara: Grazie per il consiglio... sai che trovo interessante abbinare frutta secca e scorza di limone alla capasanta?? Grazie mille! :]

    Paola: io le ho prese qualche settimana fa e le ho messe in freezer... anche io non le trovo spesso! :]

    Grazie a tutte! :]

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.