le Girelle del "Cavolo"

16:25

Beh, potevo non prepararle? Già quando Sigrid le aveva postate molto tempo fa le avevo addocchiate ma mai provate [e col tempo pure dimenticate]... finché sfogliando "il libro del cavolo" me le ritrovo davanti agli occhi... e zac!?!? ri-colpo di fulmine! A dire la verità dalla gioia di aver ritrovato una ricetta le ho fatte subito ma, essendo io una testona impulsiva, mi sono trovata con le mani in pasta ma ovviamente non avevo in casa nè la farina Manitoba nè il lievito fresco ed era troppo tardi per andarli in giro a cercare...beh il risultato è stato un po' come dire, secco! eh eh :)
Così, il sabato sono corsa a comprare gli ingredienti mancanti [ma soprattutto necessari!] e ce li siamo pappati tutti a pranzo! :) Beh, ogni tanto ci sta no?

Sono davvero semplicissime da fare e cosa fondamentale dentro ci sta bene qualsiasi cosa! :)
Io li ho fatto con caprino - salame piccante / provolone affimuncato - acciughe / caprino - crudo - carciofi... davvero versatili e infinitamente buoni!

Per le dosi e la preparazione vi rimando direttamente alla sua ricetta originale, tenendo conto che nel libro le Girelle sono di dimensioni molto più piccole... proprio formato salatino! :) E si ottengono formando delle strisce di pasta ripiene, arrotolate per il lato lungo e poi tagliate a rondelline. :)

Marchino... giur giuretto che prima di capodanno ti preparo un aperitivo con i fiocchi ma soprattutto con tanti salatini! :)

Le Girelle

Potrebbe interessarti...

11 golosi

  1. che belli! a noi che piacciono tantissimo questi sfizi salati!!
    ne prendiamo qualcuno visto che è l'ora aperitivo ;)
    baci baci

    RispondiElimina
  2. questi bocconcino sono buoni SEMPRE!!!

    RispondiElimina
  3. Grazieeeeeeeeeeee!
    Marco

    RispondiElimina
  4. Dimenticavo! Non vedo l'ora di vedere pubblicata una ricetta del 1971!
    Marco

    RispondiElimina
  5. sempre buone per gli ochhi e per il palato! mi piacciono molto anche i ripieni scelti"
    ps. anche senza manitoba vengono benissimo, ci mettono solo + tempo nella lievitazione

    RispondiElimina
  6. a Firenze alla presentazione del libro ne ho assaggiata una in versione nduja e stracchino ed era davvero prelibata! (è anche l'unica cosa che ho assaggiato purtroppo... =D )

    RispondiElimina
  7. Sembrano davvero buoni: mi ha colpito la versatilità! Sto organizzando un finger food parti per la sera del 31 con alcuni amici, e allora mi metto la ricetta in quelle da fare, assolutamente!
    buona giornata!

    P.S. ti volevo fare i complimenti per il libro di Albertone, è bellissimo!

    baci

    RispondiElimina
  8. Che bellissima idea, molto molto versatile. Me la segno per le feste la sfruttero' di sicuramente. Complimenti per il blog.

    RispondiElimina
  9. Alex: hai ragione! sempre e comunque :)

    Marco: eh eh eh… a chi lo dici!?!? Durante le vacanze mi darò alla pazza gioia e sicuramente qualcosa proverò! :)

    Giò: Ecco vedi… io questa cosa della manitoba mica la sapevo! A dire la verità io e i lievitati non andiamo per nulla d'accordo… infatti queste girelle sono una delle poche ricette con lievitazione che mi sono riuscite! Mah, sarà che io di pazienza ne ho poca?!?! :) Grazie per la dritta… quanto ci vuole con la farina 0?

    Cavoliamerenda: Pure io come Sigrid ciò il ragazzo calabrese, e l'nduja non manca (quasi) mai… tranne quando ho fatto le girelle ovviamente! :)

    Juls: versatili? Sono versatilissime! :) Basta ficcarci qualunque cosa dentro che risulteranno eccezionali! :) Grazie per il libro, ma la mia è stata una parte minore… è Albertone che ha fatto la parte più impegnativa e difficile :)

    Maurina: Provale, provale e grazie per i complimenti :)

    RispondiElimina
  10. che mi piaccion le tue foto , los ai già....e quando mi voglio rifare gli occhi corro qui!:D

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.