girelle al radicchio, cavolo nero, yogurt e acciughe

11:00

Ammetto che mi sono divertita talmente tanto la scorsa volta con le girelle che non vedevo l'ora di rifarle... avete presente quando non vedete l'ora che arrivi il giorno dopo per andare a vedere un concerto, una fiera o fare una gita? Ecco, io ero esaltata così solo per fare le girelle! :) Ehm... ditemi che non sono l'unica!!!

Comunque trovo che sia ancora più divertente quando non si sa esattamente che ingredienti usare... in questo caso non avevo la minima idea di che cosa fosse fatta la farcia... finché non ho aperto il frigo e mi sono trovata:
1 - del radicchio in ottime condizioni di salute
2 - del cavolo nero al limite della sopravvivenza
3 - un vasetto di yogurt greco vicino alla scadenza
per il resto tutto a posto, almeno per il parmigiano e le alici sott'olio [anche se erano davvero le ultime del vasetto]

Girelle cavolo nero, radicchio e yogurt

Quindi procediamo con ordine:
Per la pasta e la cottura le dosi sono le stesse della volta precedente; mentre per il ripieno ho lavato e cotto al vapore le foglie di radicchio e del cavolo, poi le ho scolate, tritate a listarelle [eliminando la parte dura di entrambi] e salate.
Ho lavorato lo yogurt con del parmigiano grattugiato (circa 60 gr) del pepe nero e della noce moscata.
Ora non resta che stendere la crema di yogurt e formaggio sulla pasta e terminate con la verdura, arrotolare e cuocere come descritto nella ricetta precedente.
In un pentolino far sciogliere a bagnomaria del burro insieme con 4 alici sott'olio e una fogliolina di salvia.
Una volta cotto il rotolo, lasciarlo leggermente intiepidire, affettarlo con un coltello ben affilato e servire le girelle accompagnate con la salsina alle acciughe.

Potrebbe interessarti...

15 golosi

  1. Ciao! ma son splendide!! davvero bravissima! lo yogurt rende tutto più leggero! il sapore forte dell'acciuga poi..una vera chicca!
    lo proveremo!!
    baci baci

    RispondiElimina
  2. eccome se lo sò mi capita quando vedo delle belle ricette sui blog che seguo :-)))) che meraviglioso ripieno..... e che splendida foto ma oramai questo non te lo dico più :-) baci Ely

    RispondiElimina
  3. presente il terzo goloso!!!
    complimenti!!

    RispondiElimina
  4. che meraviglia!!! da leccarsi i baffi!! complimenti!!

    RispondiElimina
  5. proprio niente male questa ricettina scaturita dal tuo frigo!

    RispondiElimina
  6. Ciao...complimenti per la ricetta molto gustosa...quella cremina che cola dal cucchiaino è fantastica...un bacio Luciana

    RispondiElimina
  7. Sono veramente venute benissimo, complimenti. Una ricetta che proverò sicuramente tra due settimane quando finirò questa stupida dieta

    RispondiElimina
  8. Devono essere davvero buonissime queste girelle ... goloso il ripieno.

    RispondiElimina
  9. Golose e saporite ste girelle...ottima ricettuzza!:)

    RispondiElimina
  10. Mammamia che buonooo!!! Sono appena tornata dal lavoro affamata e primo che vedo sono le tue girelle! Mi sta già girando la testa di fame e di voglia di loro! Conosco questo modo dicottura, ma non ho fatto ancora mai, forse ( son sicura! ) inizio dalle tue bellissime ricette, intanto mi piaciono tutte questi ingredienti.
    Grazie!

    RispondiElimina
  11. mi piacciono tutti gli ingredienti che hai usato, il cavolo nero poi...conclusione?? segnato!!

    RispondiElimina
  12. buono il ripeno e anche tutto il resto, non ho mai cotto un rotolo in questo modo.... ci penso su ! mi piace proprio quest atua idea

    RispondiElimina
  13. buono il ripeno e anche tutto il resto, non ho mai cotto un rotolo in questo modo.... ci penso su ! mi piace proprio quest atua idea

    RispondiElimina
  14. hanno un aspetto meraviglioso... e mi piace il modo originale con cui hai usato gli aromi!

    RispondiElimina
  15. ma io le altre me le ero perse!! aspetta che vado a vedere come si fanno perchè mi intrigano parecchio!!

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.