tè nero freddo al profumo di menta

11:28

Finalmente "la stagione delle piogge" sembra essere terminata anche nel weekend dovrebbe cadere qualche goccia e dal momento in cui si inizia a stare bene in mezze maniche a me viene voglia di granite, ghiaccioli e bevande fresche :)
Che ne dite allora di un bel bicchierone di tè freddo?
Il te è tra le bevande che preferisco, lo trovo sempre dissetante sia caldo che freddo e poi quel suo bel colorino ambrato non è meravigliosamente ipnotizzante? :)

te nero freddo con menta e scorzette

È una ricetta trovata sul sito di Donna Moderna.
La cosa curiosa di questo te è il fatto che sia preparato "a freddo" senza "cottura" nel senso che in genere ho sempre preparato il te facendo bollire l'acqua, mettendo in infusine la bustina e una volta pronto lasciato a raffreddare, invece questo te è fatto partendo da dell'acqua fredda da frigorifero. Curioso no? Il colore ed il sapore restano reali e non si forma quella noiosa patina biancastra che c'è con l'acqua calda! Per me questa tecnica è stata una piacevole scoperta… e voi come lo fate il vostro tè freddo? :) Avete suggerimenti?

In un litro di acqua mettere 3 bustine di te' nero, 2 cucchiai di zucchero, la scorza d'arancia, di limone e 4 foglie di menta; lasciare riposare per 4 ore circa. Filtrare e servire in bicchieri ghiacciati. Guarnire con altra menta. Eventualmente potete spremere gli agrumi e aggiungerne parte al te :)

Potrebbe interessarti...

9 golosi

  1. Claudia bella idea ! Cosi' la passo a mia figlia di 6 anni che con le amichette vogliono prepararci il te ma non possono accendere i fornelli....Una volta lo hanno fatto ma diciamo che mancava un po' di tecnica, mentre lo spirito di iniziativa ci ha commosso...Baci

    RispondiElimina
  2. Ottima idea... poi il tè nero freddo lo adoro!

    RispondiElimina
  3. Anch'io ho imparato in tempi relativamente recenti questa tecnica e trovo che sia strepitosa. Ti direi che l'avevo trovata in qualche forum di cucina. Come dicevi tu non crea quella fastidiosa patina e il sapore del tè viene veramente valorizzato. E poi mi piace l'idea di buttarlo su la sera e trovarlo pronto l'indomani mattina come accompagnamento in una calda giornata estiva. Ciao!

    RispondiElimina
  4. Da copiare subito questa tecnica a freddo. Amo il tè e non posso farne a meno neppure in estate. Però freddo, è meglio!
    Io per il tè alla menta uso le foglie secche. Il sapore è leggermente diverso, più "spinto" e aromatico e assomiglia molto al tè che prendo abitualmente nei ristoranti magrebini o mediorientali.
    Buon fine settimana!
    Dora

    RispondiElimina
  5. Ma che bella tecnica, ottima per me che bevo litri e litri di te!
    E la menta dà un tocco d'arabo davvero bello...;-)

    RispondiElimina
  6. Delizioso,io adoro il thè,sia come bevanda sia perchè è una scusa per sorseggiarlo molto spesso con le mie amiche e passare un po' di tempo insieme.Grazie per questa versione fresca e profumata,sarà molto apparezzata!buon weekend

    RispondiElimina
  7. Ciao, bella ricetta e grazie per la citazione di "Due cuori e un fornello"!

    RispondiElimina
  8. Non conoscevo questa tecnica, da amante del tè devo provarla! ciao!

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.