confettura di prugne, pesche e mango

13:13

... e con questa credo di aver chiuso con le confetture per questa estate :)
È stata una confettura nata per la necessità di svuotare almeno un po' il frigorifero, le pesche erano quasi raggrinzite, le prugne in avanzato stato di maturazione e il mango che non ricordo nemmeno io quando e come ci è finito nel frigorifero aveva una faccia non molto felice.. fatto sta che, non volendo ingurgitare questa quantità stratosferica di frutta, ho ben pensato di farci un'ultima confettura fruttapeccosa... sì, lo so, che molti non la sopportano proprio e che, non avendo la scusa che del cambiamento di sapore come nei fichi, avrei potuto farla con il metodo classico... ma cavolo è davvero un risparmio di tempo, gas, energie ed è pure buona buona! La prossima volta proverò a farla con il metodo delle due mele per chilo di frutta come mi suggeriva lei!

confettura di prugne, pesche e mango

Per il procedimento basta seguire le indicazione riportate sulla busta oppure riprendere quanto detto nella ricetta per la confettura di fichi... l'unica variante è il tipo di frutta utilizzata :)

confettura di prugne, pesche e mango

Potrebbe interessarti...

15 golosi

  1. una combinazioni di sapori e colori perfetta con quel tocco di esotico che ci sta una meraviglia!!baci imma

    RispondiElimina
  2. Grazie per il likaggio :-) prova viene veramente buonissima anche se capisco perfettamente la comodità del pec! Bell'issima accoppiata anch'io vorrei osare a farne una con il mango vedremo...
    A presto, ma non smettere le tue conserve mi piacciono tanto :-)

    RispondiElimina
  3. assolutamente deliziosa e dal profumo estivo!!! buonissimi i recuperi quando finiscono così :)

    RispondiElimina
  4. ma che bel colore che ha! vedrai quest'inverno, quando il clima sarà grigio e gelido, come ti farà piacere aprire una confettura così profumata d'estate e golosa.
    per le marmellate sigrid suggeriva il metodo ferber, che è anche spiegato sul suo libro, oppure qui:
    http://www.cavolettodibruxelles.it/2009/01/mascarpone-vaniglia-e-fichi
    (io non l'ho mai provato, ma perché non ho praticamente mai abbastanza frutta per fare la marmellata)

    RispondiElimina
  5. Non l'hai studiata a tavolino ma è davvero originale!

    RispondiElimina
  6. Ma lo sai che mi è venuta l'acquolina!! Una confettura così è tutta da provare! ;-)

    RispondiElimina
  7. Il colore è fantastico,la frutta è matura, secondo me è buonissima!
    Bravaaaa! :D

    RispondiElimina
  8. Questo colore così solare ed il gusto caldo del mango mi solleticano davvero!!!Un bacio

    RispondiElimina
  9. bella idea questa marmellata, ottima combinazione di sapori.

    RispondiElimina
  10. Wow! CHe bel mix!
    complimentissimi per l'idea! Deve essere davvero gustosissima, questa confettura!
    Baci
    Elisa

    RispondiElimina
  11. Macché, continua a "confettare", t prego! Io ogni anno, alla fine dell'estate, mi riprometto di far scorta (a buon prezzo, finalmente!) di tutti i frutti che stanno per abbandonare le nostre tavole, e di prepararli nei modi più disparati per ritrovarli anche in inverno, per dolci e sfizi... e invece... ogni anno poi non lo faccio! Eh... ma col Fruttapec... quasi quasi, mi fai venir voglia di provare, si, dai... devo proprio, ho la smania! E poi guarda qui che coloriiiiii!!! Laura

    RispondiElimina
  12. Che bella combinazione di sapori e se posso dire, bellissima la foto (soprattutto la seconda)

    Brava che hai queste idee

    Sara

    RispondiElimina
  13. Salve a tutti voi Io goduto questo lavoro nel tuo blog si sta facendo un buon lavoro anche date un'occhiata a il mio sito web a http://www.fulltiltbonus50gratis.pokersemdeposito.com/ circa di fare soldi a casa e esprimere le vostre opinioni!
    scusa mio cattivo italiano
    addio

    RispondiElimina
  14. Une bien délicieuse réalisation, le fait maison un régal, j'adore

    Je te souhaite un très beau jeudi
    Valérie

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.