polpo senza patate con melagrana, pompelmo e lime

12:58

E restiamo in tema pescioloso questa settimana... come già detto più volte non vado matta per il pesce, non è che non mi piace, ma non ci trovo niente di così goloso e poi preso qui, in campagna è qualcosa che secondo me non ha senso. Il pesce sa di poco, a meno che non ci si possa permettere uno di quei bei pesci pescati e non allevati, ma a quel prezzo me lo vado mangiare al ristorante e non mi faccio nemmeno lo sbattimento di cucinarlo con la conseguente puzza di pesce che resta per la casa anche quando il pesce non c'è più :) Io il pesce me lo preferisco godere fresco, al mare,magari dopo una giornata passata tra bagni, ombra, libro e granita... peccato però che quest'anno il mare l'ho visto solo due volte, una volta al sud Italia e una volta al nord Europa :) Vorrà dire che entro la fine dell'anno un weekendino al mare me lo devo fare... e poi a me il mare d'inverno piace molto di più che in estate! 

Come già detto sono in una fase un po' strana, ho mille cose da fare tra foto, lavoro e About Food. Il tempo libero non è poco ma pari a zero e la voglia di cucinare si ferma a un'insalata, un panino e un piatto di pasta. Stop! Spesso mi ritrovo addormentata alle 22,30 e mi sto accorgendo che il tempo da dedicare alle persone a cui tengo si è molto ristretto. Spero che superata questa fase acuta di stress la mia vita possa tornare a camminare e non a correre, così come possa tornare la mia voglia di spadellare e di fotografare per il blog (stavolta però andrò molto più slow di prima, promesso). Fortunatamente ho ancora un paio di ricette in archivio da usare nei momenti di crisi :) In caso di astinenza da ricette mi aspetterete vero??? :D

A voi questi momenti non capitano mai??? Ditemi di sì, vi prego e ditemi che poi torna tutto normale!!!

Ma torniamo al pesce. Il poplo è uno di quei pesci che mi mi ispirano simpatia, da sempre. Questa ricetta l'ho trovata per caso e me ne sono innamorata ancora prima di mangiarla. Un mix di profumi, sapori e freschezza che riuscivo perfettamente ad immaginare solo leggendone gli ingredienti e vi posso garantire che non mi sono assolutamente sbagliata. È una di quelle ricette che andrebbero replicate spesso, perché è veloce (cottura del polpo a parte, ma se usate la pentola a pressione ci metterete non più di 40 minuti), perché ha pochissimi ingredienti ed è un ottimo apripasto per una incontro fra amici, per una cena più formale o un pranzo domenicale fra parenti.

polpo melograno



Qui la ricetta leggermente personalizzata.

Ingredienti per 2 persone:

1 polpo di 800 g privata del becco
1 gambo di sedano fresco
1 melagrana di piccole dimensioni
1/2 pompelmo rosa piccolo
1/2 lime
1 cucchiaio di olio d'oliva extra-vergine
Sale / Pepe
Prezzemolo fresco q.b.

Lessare il polpo in acqua bollente per un ora abbondante oppure in pentola a pressione per 40/45 minuti. Lasciate raffreddare completamente il polpo nella sua acqua di cottura. Tagliarlo a pezzi e metterlo in un piatto da portata insieme con il sedano tagliato a rondelle, i chicchi di melagarana.
In un bicchiere unire il succo di pompelmo, il succo del lime, un cucchiaio di olio, sale e pepe. Mescolare consuma frusta per qualche minuto poi versare sul pesce.
Unite per ultimo il prezzemolo lavato e tritato finemente. Servire.


Potrebbe interessarti...

18 golosi

  1. abbinamento delizioso, io che invece amo il pesce, trovo questo mix divino. Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. che bel abbinamente, mai provato... buonissimo

    RispondiElimina
  3. Adoro il polpo e questa è un ottima alternativa..brava!

    RispondiElimina
  4. Complimenti!Un piatto davvero invitante!Bellissima foto!

    RispondiElimina
  5. bello, fresco e delicato.. ottimo abbianmento
    ciao
    Giovanni

    RispondiElimina
  6. Veramente un piatto diverso ed insolito! :) bella la precisazione sul" senza patate" :))

    Vevi :)

    RispondiElimina
  7. E' chi si muove!!ti aspetto a braccia aperte...hai sempre delle ricettine accattivanti e insolite!!qs devo rifarla al marito gli piace molto il polpo,la melagrana e il pompelmo anche se di solito lo mangiamo come frutta!
    nella to do e in bocca al lupo besos

    RispondiElimina
  8. La salvo subito =) il polpo in tutti i modi, tranne le classiche patate, mi piace tanto e poi al melograno sono legata anche affettivamente è un frutto che mi fa bene =)

    RispondiElimina
  9. ti capisco benissimo, siano benedette le ricette in archivio:)
    cmq ovvio che ti aspettiamo, che domande!
    venendo al pesce, io lo adoro, e questo polipo mi sembra molto meglio del classico che faccio io con le patate! segnata :)

    RispondiElimina
  10. Altrochè se ti capisco e se capitano periodi così...Però dopo la tempesta di solito c'è sempre il sereno, no?!E i tuoi piatti di "salvataggio" sono ottimi! Questo polpo te lo sto mangiando con gli occhi! Un bacione e buon lavoro!

    RispondiElimina
  11. Melagrana, pompelmo e lime: chissà che bel profumo! ottimo questo piatto...
    simo

    RispondiElimina
  12. E' cosi' invitante che non mi intristisco per la mancanza delle patate!
    Ottima!

    RispondiElimina
  13. Urca se ci sono questi periodi, però io non ho archivi purtroppo quindi, obbligata a cucinare per la famiglia, unisco l'utile al dilettevole
    Questo polpo con la melagrata mi piace..!

    RispondiElimina
  14. Mi sembra davvero invitante e dato che mio fratello, gran pescatore di polpi, mi intasa il freezer con le sue prede, quale migliore occasione per sperimentare una ricetta nuova!
    A presto e complimenti per il tuo blog.
    Ale

    RispondiElimina
  15. Ma certo che è normalissimo, tranquilla!
    E noi siamo qui ed apprezziamo tutte le tue ricettine, anche questa...mhhh...che fame!
    Un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
  16. Un'altra delle tue insalate estive da far gola (non solo a un gatto...). E delle foto proprio belle...
    Un saluto,

    Sabrine

    RispondiElimina
  17. Io ho sempre vissuto di fretta, anche prima del blog e mi chiedo che cavolo avessi all'epoca di così impegnativo da fare. Considerando poi che stavo con una persona pigra e quindi spesso ero in casa. Adesso tra casa e fuori casa, non capisco più nemmeno dove sono: finirà che presa dalla confusione, mi metterò a cucinare al ristorante e aspetterò che il cameriere mi serva a casa mia.

    Fatti forza, passa di sicuro, oppure non passerà, ma continuerai sempre a fare tutto e bene!

    A presto
    Mari

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.