finocchi al pesto di alici

13:13

Eccomi di nuovo qui!
Vi chiedo scusa per la scarsa qualità fotografica, ma ormai la luce è poca e fotografare appena prima di mangiare inizia a diventare un'impresa faticosa... quindi i colori sono un po' pietosi e pure la messa a fuoco, ma chissenefrega! L'importante qui è la ricetta :)
E dopo un weekend passato a mangiare un po' pesantino cosa c'è di meglio di una fresca e sana insalata saporita? :) La ricetta l'ho trovata su una fonte sicura, ovvero Elle a Table. L'ho vista, l'ho "fotovideografata" e l'ho messa subito nell'archivio delle ricettine da provare. Non so perché ma l'insieme di ingredienti mi ha conquistata alla prima lettura! Io i finocchi li mangio o crudi in insalta con tanto aceto e accompagnati magari da del bun caprino vaccino, in alternativa li lesso in pentola a pressione e li faccio gratinare in forno guarnito solo con poco burro, tanto pepe e parmigiano oppure una volta lessati li metto in forno rivestiti solo con un abbondante strato di besciamella. E spesso quest'ultima preparazione mi fa compagnia durante i "tristi" pranzi in ufficio.

Un paio di varianti le ho fatte però, ma solo per questioni di dispensa... ho sostituito i pistacchi con delle mandorle e il coriandolo con il prezzemolo. E voi come li preparate i finocchi? 

finocchi al pesto di alici



Ingredienti per 3 persone:
2 finocchi medi
7 filetti di acciuga sott'olio
Un paio di mazzetti di prezzemolo fresco
6 mandorle spelate
olio extravergine q.b.
pepe
succo di mezzo limone (o in alternativa aceto di mele)

Lavare, asciugare e affettare per il finocchio in tante rondelline sottili. Lavare ed asciugare il prezzemolo e frullarlo nel mixer insieme con le acciughine, le mandorle e dell'olio extravergine. Lasciare il composto piuttosto granuloso e non liscio.
In un bicchiere sbattere con una forchetta il succo del limone insieme con dell'altro olio, un pizzico di sale (poco perché le acciughe sono già parecchio salate) e del pepe.
Condire i finocchi con la vinagrette preparata e il pesto di acciughe. Servire.


Potrebbe interessarti...

10 golosi

  1. visto che anche io ho mangiato pesante, prendo questo piatto delizioso e me lo pappo tutto!!

    RispondiElimina
  2. Qui tra brasato, pappardelle al ragù di cinghiale, salsicce & co mangiate nel weekend non riusciamo più neanche al alzarci in piedi... direi che questa è l'insalatina della rinascita! :) Io i finocchi, oltre che mangiarli crudi in insalata o in pinzimonio, adoro cucinarli in una maniera molto semplice e veloce: in padella, tagliati a fettine, con poco olio di oliva, qualche cucchiaio d'acqua e brodo vegetale.. poi quando sono belli morbidi si ricoprono di formaggio che fonde... una delizia! buona settimana! :)

    RispondiElimina
  3. il finocchio lo adoro, le acciughe anche..beh direi che per me quest'insalata è buonissima. semplice ma graditissima!!

    RispondiElimina
  4. chissà che bontà quest'insalatina golosa! complimenti :)

    RispondiElimina
  5. Stasera avevo in prgramma una tristissima insalatina di soli finocchi ... con questa ricettina hai rivoluzionato la mia serata ... questo pesto le darà decisamente un twist :) bacioni

    RispondiElimina
  6. Una ricettina veramente stuzzicante!

    RispondiElimina
  7. A me piacciono molto crudi, oppure al burro (argh, si, il burro...magari quello inglese salato...mmm).
    Io riesco a fotografare solo nel week-end, la sera arrivo che è buio pesto. Pare si possa organizzare un set di luci in modo abbastanza semplice, ma dovrei metterci la testa e attualmente mi sembra di averla scordata in giro.

    A presto. Molto carina e originale la ricetta.
    Mari

    RispondiElimina
  8. Ero passata di qui ieir di corsa e ieri sera aveva in frigo l'insalata, mezzo finocchio, 1 uovo sodo e alcuni cucinci...Ho unito anche le acciughe sott'olio che erano in dispensa e devo dire che la mia insalata non era proprio niente male!!! E dopo le abbuffate per te polpettose e per me cioccolatose era quello che ci voleva! Un bacione

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.