scaloppine alla senape

13:22

Io la fettina di carne, nuda e cruda (ma cotta eh), la mangio spesso e l'ho mangiata spesso... ricordo che da piccola me la trovavo nel piatto un giorno si e l'altro pure! "Mangiale che fa bene" "Mangiale che fa sangue" ecc... in realtà da quando ho avuto la possibilità di mettermi ai fornelli la fettina ho cercato di mangiarla il meno possibile; non perché non mi piaccia o per questioni di vegetarianismo o moralismo, ma semplicemente perché boh, non mi soddisfa pienamente.

scaloppina alla senape

Non sto parlando di succosi arrosti, golosi insaccati, saporite grigliate o cremose insalate di pollo, sto parlando della normalissima bistecca in padella. Con quel sapore un po' anonimo, quelle fibre che se la si cuoce per due minuti in più diventa di gomma o, semplicmente, ne ho mangiate troppe da piccola e ora storco un po' il naso. Preferisco di gran lunga le fettine alla pizzaiola o delle unte scaloppine :) L'altra sera ho scongelato delle fettine di fesa di vitello che avevo nel congelatore da qualche tempo e le ho preparate e cotte nel solito modo, solo che alla fine nel sughetto ristretto di burro di ho aggiunto una cucchiaiata di senape forte di Dijone e del prezzemolo fresco tritato... saporitissime ma delicate al tempo stesso. 


Ingredienti per 2 persone:
2 fette di fesa di vitello
50 g di burro
30 g di farina
sale, pepe
1 cucchiaio abbondante di senape forte di Dijone
1 ciuffo di prezzemolo fresco tritato
1 bicchiere di birra bionda

Le mie fettine erano piuttosto grandi, quindi le ho divise a metà e infarinate. Nel frattempo far sfrigolare il burro in una padella larga, adagiarvi le fettine e rosolarle da entrambi i lati per un paio di minuti, sfumare con la birra, salare e proseguire la cottura finché la carne sarà completamente cotta (ricordarsi di tenere girata la carne). Senza spegnere il fuoco, mettere le fettine su un piatto caldo (magari tenuto in forno a 40° o sul termosifone), pepare e preparare la salsina. Aggiungere al condimento rimasto nella padella una bella cucchiaiata di senape e il prezzemolo tritato. Far addensare per pochi istanti e nappare la carne. Io l'ho servita con una buonissima giardiniera fatta in casa da un amico :)


Potrebbe interessarti...

12 golosi

  1. buone! io adoro la senape di digione, se coi semini meglio ancora :)
    Concordo sulle fettine, dopo anni di fettine in padella e/o petto di pollo alla piastra, ogni tanto qualcosa di più saporito ci vuole :)
    buona settimana :)

    RispondiElimina
  2. Come ti capisco...Anche io la solita fettina inizio a non tollerarla più...Certo che a volte basta un pò di fantasia e l'ingrediente giusto per cambiare le sorti di un semplicissimo piatto! Questa tua salsina dev'essere proprio buona!

    RispondiElimina
  3. hai ragione.. buonissima ricetta...

    RispondiElimina
  4. Concordo, anche non amo molto la carne, preferisco di gran lunga i carboidrati!:)
    In questo modo potrebbe anche piacermi parecchio la triste fesa di vitello! ;)

    RispondiElimina
  5. che bella idea.
    a volte basta un solo ingrediente per dare un tocco originale al solito piatto!

    RispondiElimina
  6. Io sono sempre alla ricerca di nuove idee per cucinare la solita fettina che ha il vantaggio di richiedere una cottura veloce e le caloppine sono le mie preferite (ora mi metterò alal ricerca della senape) :D

    RispondiElimina
  7. Io odiavo la fettina...ecco adesso so come superare il trauma..

    RispondiElimina
  8. aggiungo spesso la senape alla carne, di pollo o tacchino o vitello, e mi piace moltissimo, sa dare quel tocco in più che non guasta mai, come dici bene tu!

    RispondiElimina
  9. Come ti do ragione... Anche io mangio malvolentieri la carne semplicemente scaldata in padella; come te, non sono vegetariana, è solo che la carne mi piace "(intin)golosa"... queste scaloppine mi ispirano molto. Ho della senape in frigo, le farò quanto prima! Luigina.

    RispondiElimina
  10. Da provare! Le scaloppine li faccio speso al limone ... adesso proverò col senape ... grazie.

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.