marron glacè

10:58

Verso i marron glacè ho sempre avuto un atteggiamento poco simpatico. Troppo legati solo al periodo delle feste, forse un po' troppo dolci, golosi soprattutto per gli anziani (così mi pare) o semplicemente troppo bruttini da vedere? Insomma un miscuglio di sensazioni che me li hanno sempre fatti guardare con una certa espressione di titubanza. 

marron glace

Eppure, ora che li ho cucinati io, a casa, mi accorgo che poi tanto malvagi non sono :) Sono dolci, e sanno parecchio di castagna (ovviamente) ...io invece mi aspettavo una consistenza un po' molliccia che sapeva di qualcosa a metà tra il caramello, la castagna e il cioccolato (!?!?) Quindi a volte bisogna provare a superare i propri limiti mentali e spingersi un pochino più in là... mal che vada si è sempre in tempo per tornare indietro. :D
Riporto qui sotto la ricetta originale con una nota mia.

Ingredienti per 4 persone:
750 gr. di castagne 
4 bicchieri d'acqua 
4 bicchieri di zucchero 
1 stecca di cannella 
1 limone

Fate bollire le castagne per una quindicina di minuti per rendere più facile la sbucciatura. Io consiglio di non superare questo tempo di cottura, rischierete altrimenti di ottenere delle castagne troppo cotte che tenderanno a rompersi durante le bolliture successive.
Mettete a scaldare in una pentola l'acqua, lo zucchero, la cannella e la scorza di limone. Buttate le castagne pelate quando l'acqua bolle e lasciatele cuocere per mezz'ora, a fiamma molto bassa. Passato questo tempo, ritiratele e conservate il liquido di cottura.

Fare raffreddare completamente le castagne. Una volta fredde, fatele bollire nello stesso sciroppo per altri 5 minuti. Ritiratele e ripetete la stessa procedura per altre 3-4 volte. Dopo che si sono raffreddate per l'ultima volta, disponetele su una teglia e fatele asciugare in forno per pochi minuti, a 200°C.

Lasciate raffreddare le castagne per un'ultima volta e mettetele in uno o più vasetti, cospargetele con quello che resta dello sciroppo, e conservatele per almeno una ventina di giorni.

Accorgimenti:
Come potete vedere, la ricetta non è di per sé troppo complicata. Il problema sono i tempi particolarmente lunghi e, di conseguenza, potreste diventare impazienti. Cercate di fare uno sforzo e aspettate che le castagne si raffreddino fra una cottura e l'altra: assorbiranno meglio lo sciroppo e saranno più tenere.

Idee e varianti:
Quando finalmente servite i marron glacé, potete decorarli con un po' di glassa di zucchero.


Potrebbe interessarti...

17 golosi

  1. Sono stupendi ma non resco ad aprire il post con la ricetta originale.
    Mandi

    RispondiElimina
  2. @Rosetta: risolto, grazie per la segnalazione :)

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia i tuoi marron glacé!! Io non ho mai neanche pensato di farli :) Ma vedendo i tuoi risultati un penserino me lo faccio :)

    RispondiElimina
  4. proprio belli, si il procedimento è un pò lunghetto, ma poi vuoi mettere la soddisfazione vedendo il risultato? :)

    RispondiElimina
  5. ma che belli! non conoscevo il tuo blog, ma mi ha incuriosito tuo ultimo commento su Cavoletto e.. sono felice d'averti incontrata! :) (condivido pienamente la nostalgia per il vintage coccoblellooo)

    RispondiElimina
  6. Potrei svenire! E non vedo l'ora di provare a farli in casa anch'io!
    simo

    RispondiElimina
  7. Che bella questa ricettina,ma sai che anch'io la pensavo come te?Alla fine assaggiandoli mi sono ricreduta.Complimenti per il blog!Anna

    RispondiElimina
  8. Li Adoro...Se ci sono in casa mia non durano molti giorni...Io ne sono golosissima!!!

    RispondiElimina
  9. a me manca la pazienza...ma li ha fatti la mia mamma quest'anno, buonissimi, ottimi...e quando vado da lei ne faccio scorta!! Ahimè, stan quasi finendo....devo farmi venire la pazienza dici?!!?

    RispondiElimina
  10. mai provati a fare in casa ma quando li fa mia nonna, i chili arrivano a me ahahahahah

    RispondiElimina
  11. Ma quanto sei brava penso che sia molto difficile e occorre essere provvisti di tanta pazienza. Ciao Francesco

    RispondiElimina
  12. anche me piacciono e non sono anziano :D
    sono i preferiti di mia madre da sempre!
    ottimi!

    RispondiElimina
  13. Buonissimi! L'ultima volta che ho provato a farli sono riuscita ad incollare tutta la cucina...
    Magari ci riprovo con la tua ricetta! a presto!

    RispondiElimina
  14. A quanto pare non li amano solo gli anziani e le persone più mature :) E pensare che io li ho sempre legati a quella generazione... io li ho sempre guardati con perplessità diciamo, ma mi sono dovuta ricredere una volta fatti: sono buoni, dolci e non troppo stucchevoli!
    Ci vuole un po' di pazienza, si, ma ne vale la pena e poi sarebbero degli ottimi pensierini golosi natalizi :)

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.