digestivo al kumquat

13:04

Stiamo parlando di un frutto che non avevo mai avuto l'occasione di assaggiare e che ho trovato, per caso, in un negozietto che vende frutta e verdura per lo più della mia zona (anche se non sono convintissima che questo frutto sia a km zero ecco). Così incuriosità ne ho prese un paio di manciate e li ho messi sotto alcool per più di un mesetto. Quello che ne è uscito è un digestivo simile la limoncello ma con una nota agrumata diversa. Diciamo che è un miscuglio fra un limoncello e un arancino... però ammetto di averlo assaggiato mentre travasavo il liquore in bottiglie pulite. Ora dopo che un altro mese è passato, potrei metterne una in frigorifero e assaggiarlo di nuovo. Sono certa che il sapore sarà completamente diverso da quello provato prima :)

kumquat_low_2
Il procediemento usato è per me sempre lo stesso di questa ricetta. Tengo ferme le dosi e le raddoppio o dimezzo a seconda degli ingredienti che ho a disposizione in casa (in questo caso ho dimezzato le dosi). L'unica differenza sta nel lavare accuratamente i kumquat, asciugarli e punzecchiarli con una forchetta prima di ricoprirli di alcool in modo che quest'ultimo penetri perfettamente dentro il frutto e ne assorba tutto il sapore. Non vanno spremuti o pelati al vivo come per i limoni e le arance. Una volta trascorso il tempo di riposo, consiglio di spremere per bene il frutto in modo da far fuoriuscire l'alcool e il succo. Procedere poi come per la ricetta del limoncello. Una volta filtrato l'alcool sonservare al buio per un mesetto o due prima di consumare.

Si, ma quanti kumquat usare? Beh, io ne ho usato circa una trentina e il profumo del liquore è molto molto buono.

kumquat_low

Potrebbe interessarti...

11 golosi

  1. Amo molto i kumquat e di solito preparo uno sciroppo da abbinare a dolci al cucchiaio (come questo parfait http://fashionflavorscooking.blogspot.it/2012/01/parfait-al-miele-con-kumquait.html)
    ma come dici tu, non essendo proprio a km zero ne limito il consumo! ^_^
    La prossima volta provo il tuo liquorino!
    A presto e buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohm che buono il tuo sciroppo! Non ci avevo proprio pensato... non so se li prenderò ancora visto il poco credibile km zero, però se dovesse ricapitarmi proverò al tua ricetta :D
      Buona settimana anche a te!!

      Elimina
  2. E' una vita che voglio provare... Che belle foto! Io vado pazza per i komkuat

    Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie milleee! È davvero buono come frutto e poi è goloso perché lo si mangia in un solo boccone :)

      Elimina
  3. che belle le etichettine *__*
    io adoro i kumquat, di solito li mangio così, in due morsichini :P che bontà! Ma questo digestivo dev'essere proprio una bontà :)
    per i km 0, in Italia non è così improbabile, mio zio ne aveva un futteto serio! però al nord mi pare difficile, in effetti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco vedi? Anche a me pare un po' difficile. Vabbeh, provati, usati e pronti da bere direi! Ecco, la prossima volta cercherò di non farmi tentare più :)
      Grazie!

      Elimina
  4. Noi abbiamo un alberello sul balcone che ogni anno fa un paio di manciate di "fruttini". Ne abbiamo fatto una marmellata molto buona anche per accompagnare i formaggi (ma un po' laboriosa per via dei tantissimi noccioli) e alcuni li abbiamo canditi e poi rotolati nello zucchero. Molto buoni!

    RispondiElimina
  5. Sai che piace tanto anche a me!! chissà che buono questo digestivo :-) Baci!

    RispondiElimina
  6. colori fantastici come al solito!!!!!questo digestivo poi è decisamente originale :)

    RispondiElimina
  7. io adoro i kumquat, mia zia ne aveva persino un alberello :O) eppure non ci ho mai fatto un digestivo!!! è un' ottima idea, sai?? per una che non li aveva mai assaggiati hai avuto un' intuizione splendida! che io ti copierò, ovviamente! un abbraccione!!!!!

    RispondiElimina
  8. bellissimo, i kumquat non mi piacciono ma la bottiglietta e il decoro sono deliziosi

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.