pomodorino viaggiatore

ottobre 02, 2012

Come ormai sapete sono una fanatica della produzione casalinga di ortaggi...più km zero di così si muore. Anche perchè in questo caso si può parlare tranquillamente e senza sembrare eccessivi di metri zero. Come sapete ho un piccolo balconcino di 3 x1 metro sul quale ci coltivo di tutto: pomodorini, insalata, fragole, erbe aromatiche, peperoni, zucchine e pure qualche carotina.
La primavera e l'estate sono le stagioni in cui si produce di più Quest'anno però, colpa del troppo caldo e della troppa umidità, la produzione è stata scarsina, lo ammetto. Però ora che l'estate è finita ma che le temperature diurne continuano ad essere elevate ecco che i pomodori continuano a crescere, le erbette aromatiche sono bellissime e vigorose e nascono addirittura le fragole.
Volevo però parlarvi di un tipo di pomodoro che ha iniziato a dare i suoi frutti in tarda estate e che, ad oggi, continua a regalarmi dei fantastici frutti rossi.
Sto parlando del pomodoro viaggiatore. Sono dei semini che ho preso lo scorso anno a Frutti Antichi e che, causa impegni, quest'anno non potrò farci un salto... è una manifestazione carinissima in cui si trovano tantissime varietà di piante da frutta dimenticate e c'è il banchetto di questo ragazzo gentilissimo che vende tantissimissimi tipi di sementi dimenticate tra cui appunto questo pomodoro.
Si narra che questa varietà era venduta nelle stazioni ferroviarie, in modo che i viaggiatori se ne prendessero un paio da mangiarsi pian piano lungo il viaggio in treno. La particolarità è quello di non avere semi, non essere troppo acquoso e di poterlo dividere a picchi senza che il resto del frutto appassisca o ne soffra.


È un pomodoro piccolo, composto da tanti spicchi separati (un po' come l'arancia per dire) e ha un sapore particolarissimo e per descrivervelo meglio posso solo dirvi che è salato, quindi perfetto da mangiare così, senza condimenti vari se non un filo d'olio e basta. Io, più volte, l'ho mangiato anche semplicemente cogliendolo dalla pianta, dividendolo a metà e mangiandolo lentamente. Non ho mai trovato un pomodoro simile in vita mia. 


Quindi oggi nessuna ricetta ma solo un invito, se potete, ad andare a quella piccolissima fiera molto curata e particolare.






Potrebbe interessarti...

10 golosi

  1. Ma che meraviglia di pomodoro!! :)
    Anche io vorrei tanto avere un piccolo orto sul terrazzo, e nemmeno mi mancherebbe lo spazio, solo che ho una pessima esposizione e le mie piantine stentano....ufff! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda il mio terrazzo è esposto ad est e non è il massimo dell'esposizione, però produce qualcosa, certo non sarà mai come avere un pezzo di terra, ma regala comunque delle belle soddisfazioni :)

      Elimina
  2. Pensa te: io é da tre anni che mi ingegno per trovare il modo di allestire un piccolo orticello sul terrazzo!!! Sono graditi consigli e dritte!! Grazie e un bacione!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È la cosa più semplice del mondo, pare assurdo, ma è così :)
      Vasi un po' grandi, non le solite vaschette altrimenti, per via della poca terra, cresceranno frutti piccoli e ricordarsi di annaffiare :D
      Per il resto ci penserà madre natura... comunque se vuoi un po' di consigli li trovi nel menù del blog otto la voce orto ^_^
      Dai prova che è facile e divertente!!

      Elimina
  3. Anche a me piacerebbe tanto andare...

    RispondiElimina
  4. ci penso e ci ripenso ma non trovo mai il tempo di farmi anche io un piccolo orticello urbano!
    bravissima!
    felice giornata!

    RispondiElimina
  5. cavolo da come lo descrivi sembra davvero buono...devo trovarlo!!! :)
    baci

    RispondiElimina
  6. Che bella idea "frutti antichi"... peccato non poterci andare. Anche il mio balcone è 3x1, all'ultimo piano ed esposto a sud. Praticamente un barbecue a cielo aperto per qualsiasi vegetale. Anche quest'anno ho piantumato erbe aromatiche a primavera. A fine luglio il terrazzino sembrava il set di un vecchio western :-(

    RispondiElimina
  7. che meraviglia questi pomodori e immagino il sapore...assomigliano tanto ad una qualità che abbiamo qui da noi!
    baci

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.