uova nel nido

14:16

La neve non si è vista, fortunatamente, ma il cielo è ancora grigio e l'aria fredda; ho riportato in casa la mia piccola serra, ho riacceso il caminetto e sto lentamente sistemando la mia stanza degli hobby :) 
Fra una cosa e l'altra, fra un giveaway e l'altro, fra pochi momenti di relax e momenti di frenetiche corse ecco che ho trovato l'ispirazione per un antipasto / aperitivo per Pasqua o Pasquetta, una cosa super veloce, super semplice e davvero davvero irresistibile. Fra l'altro potreste farvi aiutare anche dai bambini, i più piccoli si divertiranno a sgusciare gli ovetti di quaglia o a ritagliare le formine dalla pasta sfoglia, che dite?
uova nel nido

Ma torniamo al nostro giveaway di ieri, il commento che più mi ha colpito è stato quello di Arianna, vuoi per le emozioni delle immagini descritte in queste parole o vuoi per le parole leggere come l'aria ma sta di fatto che Arianna è riuscita a fare breccia nel mio cuore :) 

"Il mio colore preferito è il blu. Il blu del cielo che guardo da distesa, con occhi sonnacchiosi fra le fronde di un pino marittimo croato. Il blu del mare nel quale nuoto con la stessa spensieratezza di una bambina. Nostalgica leggerezza dell'infanzia. Una leggerezza che ha il rumore delle bolle che escono dalla mia bocca mentre faccio le capriole e il rumore che fanno le mie braccia quando nuoto. 
Il blu dei "Non ti scordar di me", quei fiorellini deliziosi che a primavera ricoprono i prati e le aiuole cittadine, facendoli sembrare quasi dei cuscini morbidi sui quali adagiarsi a schiacciare un pisolino.
Il blu degli occhi di mia madre, chiari, sinceri, rassicuranti. Li guardo e sento la sua voce argentina che ridacchia al telefono e mi dice, "Ciao Paperina, come stai?"
Il blu il colore della felice nostalgia, del rilassamento che infonde in me la sicurezza che tutto andrà bene."

uova nel nido
Volete sapere come fare questa ricetta / non ricetta? 
Non vi do le dosi, qui si va più che altro a numero di persone e cucchiaiate :)
Rassodare in acqua bollente per 3/4 minuti gli ovetti di quaglia, poi passarle sotto l'acqua fredda a raffreddare. Armatevi di sanata pazienza e sgusicateli!! :)
Ritagliare dalla pasta sfoglia dei cerchietti o dei fiorellini (come nel mio caso), adagiarli su una teglia rivestita di carta forno, spennellarli con pochissimo latte. Sempre dalla pasta sfoglia ritagliare altri cerchi o fiori della stessa misura di quelli precedenti e forare anche il centro con un coppapasta più piccino; adagiare queste sagome forate sopra le precedenti. Infornare a 220°C per qualche minuto o finché saranno dorati. Togliere dal forno e lasciar raffreddare completamente.
Mescolare della maionese a dell'erba cipollina sminuzzata e qualche goccia di tabasco. 
Comporre il piatto mettendo sulla sfoglia un cucchiaino di maionese all'erba cipollina e adagiarvi sopra l'ovetto. Decorare con erba cipollina o altre erbette fresche e servire.

uova nel nido
I ritagli di pasta sfoglia che vi avanzano, usateli per fare questo aperitivo: ritagliare con delle piccole formine la pasta sfoglia rimasta (eventualmente arrotolarla e ristendeterla nuovamente) e adagiare i ritagli su della carta forno, spennellare con poco latte e cospargere con sale, pepe, peperoncino, semi di papavero, sesamo e tutto quello che più vi piace, formaggio compreso. Infornare 5 minuti a 220°C e servire freddi.

Potrebbe interessarti...

17 golosi

  1. Il tuo blog mi trasmette buonumore, allegria... perchè sono circondata da colori rassicuranti e che mi fanno pensare a caramelle gommose... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh che bel commento francesca!!! Ne sono super felice sai? Siccome la primavera sembra non aver voglia di arrivare, ci provo almeno con le foto ;) Un bacione!

      Elimina
  2. queste uova nel nido sono davvero simpatica e un'ottima idea per Pasqua, i colori che hai usato per la composizione mi fanno pensare tantissimo alla primavera che qui sembra già essere svanita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici? Qui sembra di essere in pieno autunno se non fosse che le piantine stanno mettendo le prime foglie.... ah, per quanto ami le stagioni fredde, quest'anno sembrano non finire mai! Voglia di primavera, voglia di primavera, voglia di primavera :)

      Elimina
  3. qui sì che si respira aria di primavera!!!fantastiche le uova ^_^
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Anolinaaaa! Sei un tesoro.... speriamo che la primavera arrivi prestissimooo! ;)

      Elimina
  4. che carine! le uova di quaglia son cosi belle, che è quasi un peccato doverle mangiare! e poi lo sai ke fanno pure bene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. adoro le uova di quaglia nei finger food! Le trovo così romantiche e rsimpatiche al tempo stesso... :D

      Elimina
  5. Mi ero dimenticata di quanto fosse bello il tuo blog!! Che bei colori!!! Complimenti per il piatto. Semplice ma SUPER!

    RispondiElimina
  6. adorabile sono cossi belle le tue foto ,mi piace come ai preparato tutte quelle uova di quaglia ,mi hai fato venire la voglia un bacione lili

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono golosissimeeee!!! Giurin giuretto :D Grazie mille....

      Elimina
  7. ciao! mi sono per caso imbattuta sul tuo blog e mi piace tantissimo!
    sono una nuova follower!
    se ti va, passa a trovarmi!
    http://ildiariodellamiacucina.blogspot.it/

    RispondiElimina
  8. Questo post me l'ero perso! Che meraviglia... Peccato solo non poterle gustare al picnic di Pasquetta, sarà per l'anno prossimo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ahhhh! Dai dai daiiii, li porterò al prossimo picnic :D Sono troppo belli e golosi per non farlo!

      Elimina
  9. If some one desires expert view on the topic of blogging and site-building afterward i propose him/her to go to see this weblog, Keep up the fastidious
    work.

    My homepage: read what he said

    RispondiElimina

© Claudia Gargioni. Powered by Blogger.
Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice Claudia Gargioni, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.